Amplifon colloca con successo un prestito obbligazionario di €350 milioni della durata di 7 anni

Prezzo di emissione pari al 99,253% e cedola annua dell'1,125%. Richieste superiori a 10 volte l’ammontare iniziale offerto.

Finanziari
condividi
Pubblicato il 5 febbraio 2020 alle 17:48

Amplifon S.p.A. (“Amplifon”) (MTA; Bloomberg ticker: AMP:IM) annuncia di aver completato con successo il collocamento di un prestito obbligazionario non convertibile (le “Obbligazioni”) di controvalore nominale pari a 350 milioni di euro. L’emissione delle Obbligazioni è stata autorizzata dal Consiglio di Amministrazione di Amplifon il 29 gennaio 2020 e i termini definitivi delle Obbligazioni sono stati stabiliti dall’Amministratore Delegato di Amplifon in data odierna. La determina dell’Amministratore Delegato verrà messa a disposizione del pubblico secondo le modalità e i termini di legge una volta iscritta al Registro delle Imprese.

Caratteristiche delle Obbligazioni:

  • Emittente: Amplifon S.p.A
  • Garanti: Amplifon (USA), Inc. e National Hearing Centres Pty. Ltd.
  • Controvalore nominale: Euro 350 milioni 
  • Data di pricing: 5 febbraio 2020
  • Data di regolamento: 13 febbraio 2020
  • Durata: 7 anni
  • Spread su Mid-Swap: 140bps
  • Cedola: 1,125% (tasso fisso; annuale)
  • Prezzo di emissione: 99,253%
  • Prezzo di rimborso: 100%

Le Obbligazioni di nuova emissione saranno quotate presso il mercato Euro MTF della Borsa di Lussemburgo e saranno riservate ai soli investitori istituzionali fuori dagli Stati Uniti. Relativamente all’emissione delle Obbligazioni, potranno essere implementate misure di stabilizzazione in ottemperanza a tutte le leggi applicabili. È previsto che S&P Global Ratings Europe Limited (“S&P”) attribuisca un rating pari a “BB+” alle Obbligazioni.

L’emissione ha attratto investitori istituzionali di primario standing da tutta Europa, e la domanda totale è stata superiore a 3 miliardi di euro (con un’oversubscription di oltre 10 volte l’ammontare iniziale offerto). 

Il collocamento delle Obbligazioni è in linea con l’obiettivo di Amplifon di costantemente ottimizzare la propria struttura finanziaria, diversificando le fonti di finanziamento ed allungando la durata media del debito. I proventi sono finalizzati al rifinanziamento dell’indebitamento esistente e per le generali attività dell’azienda.

Il forte interesse del mercato dimostrato dagli ordini pari a oltre 3 miliardi di euro, così come l’elevata qualità degli ordini ricevuti confermano ancora una volta l’apprezzamento nei confronti di Amplifon da parte del mercato, grazie al nostro solido track-record di una forte e consistente capacità di esecuzione e generazione di cassa. Con questa operazione rafforziamo ulteriormente la nostra struttura finanziaria, aumentando la flessibilità, allungando la durata media del debito e diversificando le fonti di finanziamento,” ha commentato Enrico Vita, Amministratore Delegato di Amplifon.

L’operazione di collocamento è stata curate da UniCredit Bank in qualità di Global Coordinator e da BNP Paribas, HSBC, ING, Mediobanca e UniCredit Bank in qualità di Joint Bookrunners.

Amplifon è stata assistita dallo studio White & Case per le tematiche legali e dallo studio Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners per quelle fiscali, mentre i Joint Bookrunners sono stati assistiti da Clifford Chance.

SCARICA DOCUMENTO

Rispetta il tuo ambiente, pensa prima di stampare

Tipologia: PDF
Dimensione: 0.2 MB
Condividi
pagina 161 di 176
Rimaniamo in contatto

Vuoi parlare con noi?

Scrivi una mail al nostro team

Scrivici

Vuoi rimanere aggiornato?

Basta scegliere gli argomenti che ti interessano

Iscriviti

true and true