Amplifon firma l'accordo preventivo sul Patent Box

Finanziari
condividi
Pubblicato il 31 gennaio 2018 alle 18:00

Amplifon S.p.A. (MTA; Bloomberg ticker: AMP:IM), leader mondiale nelle soluzioni e nei servizi per l’udito, annuncia di aver siglato con l’Agenzia delle Entrate l’accordo che definisce metodi e criteri di calcolo del contributo economico alla produzione del reddito di impresa dei beni immateriali – nel caso di Amplifon S.p.A. il marchio di impresa - ai fini del c.d. Patent Box, con riferimento agli anni di imposta 2015-2019.

Il reddito agevolato, ovvero riconducile all’utilizzo del marchio d’impresa, è risultato nel triennio 2015- 2017 pari a circa il 40% del risultato operativo della Amplifon S.p.A, determinando per il triennio un beneficio fiscale stimato in circa complessivi 6 milioni di euro. Tale beneficio verrà contabilizzato nel bilancio 2017 a riduzione delle imposte di conto economico della Amplifon S.p.A..

La quantificazione del beneficio relativo al 2018 e 2019 potrà essere fatta in sede di predisposizione del bilancio di esercizio dei rispettivi anni.

Ricordiamo, infine, che il Patent Box rappresenta il regime di tassazione agevolata a beneficio delle imprese che producono redditi attraverso l’utilizzo diretto ed indiretto di opere dell’ingegno, di brevetti, di marchi, di disegni di modelli ed altre attività immateriali; per il 2015 l’agevolazione è determinata escludendo dalla base imponibile il 30% del reddito riconducibile all’utilizzo di beni immateriali agevolabili, per il 2016 la percentuale di esclusione è pari al 40%, mentre per il triennio 2017-2019 è pari al 50%.

SCARICA DOCUMENTO

Rispetta il tuo ambiente, pensa prima di stampare

Tipologia: PDF
Dimensione: 0.2 MB
Condividi
pagina 111 di 157
Rimaniamo in contatto

Vuoi parlare con noi?

Scrivi una mail al nostro team

Scrivici

Vuoi rimanere aggiornato?

Basta scegliere gli argomenti che ti interessano

Iscriviti

true and true