Salta al contenuto

Struttura finanziaria

Contiamo su una solida struttura patrimoniale che ci consente di continuare a sostenere gli ambiziosi progetti di crescita

(migliaia di Euro)

30/06/2019

31/12/2018(*)
Indebitamento finanziario netto a medio-lungo termine 812.211 877.688
Indebitamento finanziario netto a breve termine 157.655 53.083
Disponibilità liquide -128.799 -89.915
Indebitamento finanziario netto 841.067 840.856
Patrimonio netto di Gruppo 624.417 594.919
Patrimonio netto di terzi 1.129 1.028
Patrimonio netto 625.546 595.947
Rapporto indebitamento/patrimonio netto di Gruppo 1,34(**) 1,24(***)
Rapporto indebitamento/Ebitda 2,23(**) 3,11(***)

(*) I dati dello stato patrimoniale 2018 sono stati rideterminati in seguito all'allocazione provvisoria del prezzo di acquisto di GAES.

(**) L'indice è stato determinato sulla base delle nuove definizioni concordate con le banche e con i bondholders in modo da tenere conto degli effetti dell'applicazione dei principi IFRS 9, IFRS 15 e IFRS 16, e che hanno portato i covenant su Indebitamento/Patrimonio netto a 1,65x (in precedenza 1,5x) e quello su Indebitamento/EBITDA a 2,85 (in precedenza (3,5x).

(***) Indice determinato sulla base delle definizioni previste nel prestito sindacato per l'acquisizione di GAES e con le definizioni del 2018.

 

 

(milioni di Euro)

2019

2020

2021

2022

2023 e
oltre

Totale

Private Placement

 

-15,5

 

 

-85,4

-100,9

Finanziamenti bancari

-3,3

-6,8

-151,6

-58,3

  -220,0

Finanziamento per acquisizione GAES

-13,2

-39,8

-39,8

-79,5

-344,5

-516,8

C/C bancari

-104,0

 

 

 

 

-104,0

Altri

-11,4

-3,3

-0,5

-13,0

 

-28,2

Disponibilità liquide e mezzi equivalenti

128,8

 

 

 

 

128,8

Totale

-3,1

-65,4

-191,9

-150,8

-429,9

-841,1

  • Covenant

    Sui seguenti finanziamenti:

     

    • private placement 2013-2025 di 130 milioni di Dollari USA (per un controvalore di Euro 100,9 milioni, comprensivo del fair value degli strumenti derivati che fissano il cambio verso l’Euro a 1,2885);
    • finanziamenti bilaterali a medio-lungo termine con primari istituti bancari ammontanti a Euro 200 milioni;
    • linee revolving irrevocabili a medio-lungo termine con primari istituti bancari per complessivi Euro 195 milioni di cui Euro 20 milioni erogati al 30 giugno 2019

     

    sono in essere i seguenti covenant finanziari:

     

    • il rapporto Indebitamento Finanziario Netto/Patrimonio Netto di Gruppo non deve superare il valore di 1,65;
    • il rapporto Indebitamento Finanziario Netto/EBITDA degli ultimi 4 trimestri (determinato escludendo il fair value dei pagamenti in azioni e con riferimento alle sole operazioni ricorrenti e sulla base di dati ricalcolati in caso di significativa variazione di struttura del Gruppo) non deve superare il valore di 2,85.

     

    Tali rapporti, in caso di acquisizioni rilevanti, possono essere incrementati sino rispettivamente a 2,20 e 3,26 per un periodo non superiore a 12 mesi, per 2 volte nella vita dei rispettivi finanziamenti.

     

    Sul prestito sindacato negoziato per la acquisizione di GAES ed ammontante a Euro 530 milioni sono in essere i seguenti covenant finanziari:

     

    • il rapporto Indebitamento Finanziario Netto/EBITDA degli ultimi 4 trimestri (determinato escludendo il fair value dei pagamenti in azioni e con riferimento alle sole operazioni ricorrenti e sulla base di dati ricalcolati in caso di significativa variazione di struttura del Gruppo) non deve superare il valore di 3,26 sino al 30 giugno 2019 ed il valore di 2,85 per i successivi periodi;
    • il rapporto tra l’EBITDA degli ultimi 4 trimestri (determinato escludendo il fair value dei pagamenti in azioni e con riferimento alle sole operazioni ricorrenti e sulla base di dati ricalcolati in caso di significativa variazione di struttura del Gruppo) e gli intessi passivi netti degli stessi 4 trimestri deve essere superiore al valore di 4,9. Tale ultimo covenant, in quanto costituisce una condizione di miglior favore concessa alle banche, si estende anche al private placement.

     

    I covenant sopra descritti sono stati così ridefiniti con le banche e gli investitori nei primi mesi del 2019 in seguito all’introduzione dei principi contabili IFRS 15, IFRS 9 e IFRS 16 che hanno comportato significative variazioni nei dati finanziari del gruppo. In tal modo, i covenant assicurano al Gruppo le stesse headroom che vi erano in precedenza con i vecchi covenant e i dati determinati con i precedenti principi contabili, ed assicurano alle banche ed agli investitori gli stessi livelli di protezione.