Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria al 31 dicembre 2013

Finanziari
condividi
Pubblicato il 4 marzo 2014 alle 08:00

Il Gruppo chiude l’esercizio 2013 con un fatturato in sostanziale tenuta (+0,1% a cambi costanti), rafforzando la leadership a livello mondiale e confermando la validità della strategia di diversificazione geografica e la solidità del modello di business. Aumentano le quote di mercato nella maggior parte dei paesi di riferimento.

Nell’anno crescono a ritmi sostenuti il Nord America e l’area Asia-Pacific, più che compensando le difficoltà legate al cambiamento normativo dell’Olanda e la non favorevole congiuntura nel resto d’Europa. promettenti, anche se con un’incidenza ancora modesta, le performance dei paesi emergenti (+45% organicamente).

I risultati del quarto trimestre mostrano chiari segnali di ripresa nel vecchio continente e confermano il positivo andamento della crescita sia nel Nord America che nell’area Asia-Pacific.

Tiene la redditività di Gruppo (EBITDA -3,3% rispetto al 2012) se si escludono i risultati Olandesi, i tassi di cambio particolarmente sfavorevoli e gli oneri di ristrutturazione sostenuti nel periodo. In miglioramento l’indebitamento finanziario netto a 275,3 milioni di euro.

Nel corso del 2013 si è rafforzata significativamente la struttura patrimoniale del Gruppo a seguito delle operazioni di US private placement ed Eurobond portate a termine sul mercato dei capitali per complessivi 375 milioni di euro.

I principali risultati:

  • I RICAVI consolidati al 31 dicembre 2013 sono stati pari a 828,6 milioni di euro, in crescita dello 0,1% a cambi costanti e in flessione del 2,1% a cambi correnti. Al risultato hanno contribuito positivamente i buoni andamenti in Nord America e in Asia-Pacific (rispettivamente +9,9% in USD e +8,7% in AUD), che hanno compensato la negativa performance dell’Olanda (-25,6%) e la generale staticità del resto dell’Europa (-0,1%).
  • L’EBITDA si è attestato a 117,4 milioni di euro, registrando un calo del 19,1% rispetto all’esercizio 2012 (123,2 milioni di euro o -15,1% su basi ricorrenti). Al netto del risultato olandese, dei tassi di cambio e degli oneri di ristrutturazione il margine operativo lordo è stato pari a 140,3 milioni di euro, in contrazione del 3,3% rispetto al precedente esercizio. L’Utile Netto è stato pari a 12,8 milioni di euro, rispetto ai 43,2 milioni del 2012: su tale risultato hanno pesato poste non ricorrenti per 10,6 milioni di euro.
  • L’INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO al 31 dicembre 2013 è pari a 275,3 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai 305,8 milioni al 31 dicembre 2012, a conferma della capacità di costante generazione di cassa del Gruppo nonostante la contrazione dei margini. Il FREE CASH FLOW è stato positivo per 50,9 milioni, dopo investimenti operativi netti per 29,7 milioni di euro.

Proposta la distribuzione di un dividendo pari a 0,043 euro per azione in linea con l’anno precedente.

SCARICA DOCUMENTO

Rispetta il tuo ambiente, pensa prima di stampare

Tipologia: PDF
Dimensione: 0.2 MB
Condividi
pagina 2 di 157
Rimaniamo in contatto

Vuoi parlare con noi?

Scrivi una mail al nostro team

Scrivici

Vuoi rimanere aggiornato?

Basta scegliere gli argomenti che ti interessano

Iscriviti

true and true