Autorizzazione per l’emissione di un prestito obbligazionario

Finanziari
condividi
Pubblicato il 29 gennaio 2020 alle 10:45

Il Consiglio di Amministrazione di Amplifon S.p.A. (“Amplifon”) (MTA; Bloomberg ticker: AMP:IM) ha autorizzato l’emissione, in base alle condizioni di mercato, entro luglio 2020, di un prestito obbligazionario non convertibile (le “Obbligazioni”) di controvalore massimo di 350 milioni di euro; la durata massima sarà 7 anni. I termini definitivi saranno fissati dall’Amministratore Delegato di Amplifon al momento del pricing, in base alle condizioni di mercato e resi noti una volta determinati. Le Obbligazioni di nuova emissione potranno essere quotate presso il mercato Euro MTF della Borsa di Lussemburgo o su altro mercato di negoziazione e saranno riservate ai soli investitori qualificati fuori dagli Stati Uniti. Il verbale del Consiglio di Amministrazione verrà messo a disposizione del pubblico secondo le modalità e i termini di legge una volta iscritto al Registro delle Imprese.  

In questo contesto, Amplifon annuncia altresì che S&P Global Ratings Europe Limited (“S&P”) ha attribuito ad Amplifon un rating corporate pari a “BB+” con outlook stabile, ed è previsto che attribuisca all’emissione delle Obbligazioni un rating anch’esso pari a “BB+”.

L’emissione delle Obbligazioni è in linea con l’obiettivo di Amplifon di costantemente ottimizzare la propria struttura finanziaria, diversificando le fonti di finanziamento ed allungando la durata media del debito. 

Sulla base di dati manageriali preliminari non sottoposti a revisione contabile per l’esercizio chiuso il 31 dicembre 2019, l’indebitamento finanziario netto consolidato (al netto delle passività per leasing) è previsto alla fine del periodo in esame in un intervallo compreso fra i 785 e gli 800 milioni di euro, registrando un significativo miglioramento dagli 856,8 milioni di euro e 840,9 milioni di euro riportati, rispettivamente, al 30 settembre, 2019 e al 31 dicembre, 2018. 

La presente comunicazione (e le informazioni in essa contenute) non contiene nè costituisce un’offerta ad acquistare le Obbligazioni negli Stati Uniti. Le Obbligazioni non sono state e non saranno registrate ai sensi dello United States Securities Act del 1933, come successivamente modificato (il “Securities Act”) o ai sensi di qualsiasi altra legge o regolamento negli Stati Uniti, in Australia, Canada o Giappone nè in qualsiasi altro stato in cui tale offerta o sollecitazione di un’offerta ad acquistare è soggetta all’approvazione di autorità locali o altrimenti vietata dalla legge. Le Obbligazioni non saranno offerte nè vendute negli Stati Uniti a, o per conto o a beneficio di, una U.S. person (una “U.S. Person”, come definita all’interno della Regulation S del Secutiries Act), salvo in virtù di un'esenzione dai, o in una transazione non soggetta ai, requisiti di registrazione applicabili ai sensi del Securities Act. 

La presente comunicazione (e le informazioni in essa contenute) non contiene nè costituisce un’offerta ad acquistare o una sollecitazione di un’offerta a investire in prodotti finanziari. Le Obbligazioni non saranno vendute né offerte in alcun stato o giurisdizione in cui una tale vendita od offerta sia illecita. Non è stata intrapresa nè sarà intrapresa alcuna azione volta a permettere un’offerta pubblica delle Obbligazioni in alcuna giurisdizione, inclusa l’Italia.

* * *

Le informazioni finanziarie preliminari non soggette a revisione contabile sopra indicate si basano su ipotesi intrinsecamente incerte e soggette a modifiche o rettifiche. Non vi è alcuna garanzia che tali stime preliminari si realizzino o che i risultati effettivi non siano superiori o inferiori a quelli stimati. Sebbene Amplifon ritenga che l'indebitamento finanziario netto consolidato (esclusi i debiti per leasing) sia ragionevole, i risultati effettivi di Amplifon per l'esercizio chiuso al 31 dicembre 2019 potrebbero differire dalle informazioni finanziarie preliminari sopra riportate e tali variazioni potrebbero essere significative.

L'indebitamento finanziario netto consolidato (al netto delle passività per leasing) sopra indicato si basa su un bilancio di gestione preliminare non sottoposto a revisione contabile al 31 dicembre 2019 e non intende fornire un quadro completo dei risultati economici e finanziari di Amplifon per l'esercizio chiuso al 31 dicembre 2019. Tali informazioni sono state predisposte dal management di Amplifon. La società di revisione di Amplifon non ha sottoposto a revisione contabile, né ha verificato, né ha elaborato o eseguito alcuna procedura in merito all'indebitamento finanziario netto consolidato (al netto delle passività per leasing) ai fini dell’inclusione nel presente documento delle relative informazioni e, di conseguenza, la società di revisione di Amplifon non ha espresso un parere o fornito alcuna forma di garanzia in merito. L'indebitamento finanziario netto consolidato (al netto delle passività per leasing) sopra esposto non tiene conto di circostanze o eventi successivi alla data di redazione del presente documento. 

SCARICA DOCUMENTO

Rispetta il tuo ambiente, pensa prima di stampare

Tipologia: PDF
Dimensione: 0.1 MB
Condividi
pagina 160 di 171
Rimaniamo in contatto

Vuoi parlare con noi?

Scrivi una mail al nostro team

Scrivici

Vuoi rimanere aggiornato?

Basta scegliere gli argomenti che ti interessano

Iscriviti

true and true